Progetto

FLIES4VALUE intende offrire un sistema economico, efficiente, competitivo e a basso impatto per valorizzare scarti di industrie agroalimentari regionali sfruttando l’efficacia di insetti bioconvertitori, le larve di mosca soldato (MS), per la produzione di mangimi per galline ovaiole e altre sostanze ad alto valore aggiunto per il settore alimentare e l’agricoltura.

Grafico che rappresenta il processo di valorizzazione di biomasse mediante l'utilizzo di larve di mosca. I materiali prodotti vengono poi utilizzati nell'agricoltura e nell'allevamento. Grafico che rappresenta il processo di valorizzazione di biomasse mediante l'utilizzo di larve di mosca. I materiali prodotti vengono poi utilizzati nell'agricoltura e nell'allevamento.

Le MS verranno allevate su una miscela di sottoprodotti scelti in base ai nutrienti e al contenuto in pigmenti, ottimizzata per massimizzarne la crescita. Tanto le biomasse in entrata (sottoprodotti) che quelle in uscita (larve mature) verranno caratterizzate e stabilizzate. Verrà realizzato un impianto integrato per produzione massale, soppressione e stabilizzazione funzionale di MS che renderà le larve immediatamente disponibili per l’uso mangimistico. Il mangime ottenuto, oltre a proteine e lipidi, fornirà pigmenti naturali ideali per ottenere uova con tuorlo intensamente colorato, come richiesto dal mercato, riducendo così l’uso di pigmenti sintetici, costosi e ad impatto negativo sulla salute delle galline. Si valuteranno i parametri di galline nutrite con il mangime a base di larve di MS e la qualità delle uova. Tramite processi di bioraffineria della biomassa larvale si otterranno frazioni proteiche, lipidiche e chitinose ad alto valore aggiunto ed estratti ad elevata attività enzimatica, di grande interesse per l’industria alimentare/mangimistica. Per massimizzare lo sfruttamento delle risorse in un’ottica di economia circolare è prevista la valorizzazione del residuo organico post-crescita larvale come ammendante per le colture e per il potenziale di biometanazione. Si quantificheranno gli impatti ambientali/economici/sociali del sistema per valutarne la fattibilità industriale regionale.

Chi siamo

Capofila

Logo Unimore - Centro di ricerca interdipartimentale BIOGEST-SITEIA

Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – Centro di Ricerca Interdipartimentale per il miglioramento e la valorizzazione delle risorse biologiche agro-alimentari BIOGEST-SITEIA

Partners

Imprese coinvolte

Immagine di separazione con foglie in primo piano

News

Compilate il sondaggio Gusto Salute Qualità

Contribuire al successo del progetto Flies4Value è facile! Aiutateci compilando il sondaggio Predisposto dal gruppo Gusto Salute Qualità di IBE-CNR.

leggi di più

Flies4Value ad R2B On Air 10-12 giugno 2020

Questa settimana presenteremo il progetto Flies4Value alla manifestazione Research to Business On Air

leggi di più

FLIES4VALUE E' ONLINE!

È con grande piacere che vi presentiamo il nostro sito web.

leggi di più

Progetti precedenti

Bioeco Flies

Valorizzazione di sottoprodotti di filiere vegetali tramite insetti: nuove soluzioni per impieghi alimentari, agronomici ed energetici

Progetto per Individuare sistemi economici, efficienti, competitivi e a basso impatto per valorizzare biomasse vegetali ed evitare che il loro utilizzo sia limitato in applicazioni dal basso valore aggiunto (p.es. ammendanti o biomasse per digestori). Il progetto ha ottimizzato le performances degli insetti in relazione alla stagionalità dei sottoprodotti, definendo in maniera dettagliata come la composizione della biomassa vegetale utilizzata influenzi l’efficienza del processo di allevamento, e contemporaneamente la composizione degli insetti, adattando questa composizione per scopi specifici andando a modificare la biomassa vegetale utilizzata.

ValoriBio

Valorizzazione di rifiuti organici mediante insetti per l’ottenimento di biomateriali per usi agricoli

Progetto per la valorizzare di scarti della filiera zootecnica ed altri rifiuti organici per produrre innovative bioplastiche dotate di specifiche proprietà, utilizzabili in ambito prevalentemente agricolo (es. teli di pacciamatura e vasi biodegradabili) che, oltre a svolgere la loro funzione primaria, agiranno come fertilizzanti a lento rilascio liberando azoto durante la decomposizione. Per il raggiungimento di questo risultato, è stato realizzato il primo impianto dimostrativo in Emilia Romagna di un allevamento di mosche soldato. Grazie ad impianti di questo tipo realizzati su grande scala sarà possibile, nel futuro, smaltire in modo sostenibile, efficiente ed economicamente vantaggioso ogni tipo di rifiuto organico proveniente dalla filiera agro-zootecnica e dagli scarti urbani.

Contatti

Insetti per la bioconversione di sottoprodotti agroalimentari in mangimi e sostanza ad alto valore aggiunto

Per informazioni sul progetto:

PROF.SSA LARA MAISTRELLO PhD

MAIL: lara.maistrello@unimore.it

Professore Associato in Entomologia Generale ed Applicata, con abilitazione a Professore Ordinario
Dipartimento di Scienze della Vita
Centro Interdipartimentale BIOGEST-SITEIA
Università di Modena and Reggio Emilia
Area San Lazzaro, Pad. Besta
Via G. Amendola 2, 42122 Reggio Emilia
Italy

UNITÀ ENTOMOLOGIA APPLICATA - LABORATORIO

Centro Interdipartimentale per il Miglioramento e la Valorizzazione delle Risorse Biologiche Agro-alimentari
Università degli studi di Modena e Reggio Emilia
Piazzale Europa – Tecnopolo di Reggio Emilia N°1/A
42124 Reggio nell'Emilia (RE)

Scopri i risultati

vai alla pagina